"Vorrei riassumere il mio impegno in compagnia con poche e significative parole: passione, emozione e libertà. Il palcoscenico mi consente di vivere diverse sfumature psicologiche riguardo all’essere donna. Dal sogno fantastico e anche un po’ malizioso di Adriana in “Sëra che canzël” alla sfrenata ambizione e arrivismo di Lidia in “Chilino federêl”. Un viaggio stupendo che mi arricchisce ogni volta di più e che mi rende forte anche quando in realtà non lo sono".

(Da un'intervista del 2009)

 

CINZIA MENGOZZI

PROFESSIONE SEGNO ZODIACALE RESIDENZA
Commerciante Ariete Castrocaro

E' in Compagnia dal 1998

"Seguivo appassionata gli spettacoli della Zercia fino a che a Luglio del 1998 ho conosciuto Giovanni Garoia e da quell'incontro è nato il mio amore per il Teatro". Queste la sue testuali parole.

Ha esordito nel ’98 nel lavoro  ‘L'an dla neva grosa", accompagnata dal timore di non essere all’altezza. Timore smentito dai fatti in quanto ha dimostrato subito di essere in grado di imprimere una impronta decisiva nell’attività di compagnia. Si è rivelata in grado di sostenere, e bene, ruoli importanti in lavori di spessore. Ha poi avuto negli anni una vera e propria escalation, fino all'ultima interpretazione di Chiara in "No, te t'an si e mi marid", con cui nel 2017 si è aggiudicata il premio di miglior attrice alla 25.a rassegna "G. Cavina" di Bubano.

LE FOTO

ANNO COMMEDIA PERSONAGGIO

 

1998 L'an dla neva grosa Lisa  
1999 La pignata de Pasadòr Luisa  
2000 A e mond a sbagliè tott Grazia  
2001 E pizgor dla nubilté Liliana  
2005 E nid dla farlota Lucia sostituendo Roberta Zampiga
2004 La stré vècia par la nòva Monia sostituendo Cinzia Battistini
2006 Gigion e va int fre Rita sostituendo Roberta Zampiga
2008 Chilino federél Lidia  
2009 ...e séra che canzèl !!! Adriana  
2010 Ridar da murì Francesca nella seconda edizione
2015 Ines, Ada, Ida e e su fradèl Ida nella seconda edizione
2016 No, te t'an si e mi marid Chiara 2017   Rassegna "G. Cavina" - Bubano - Miglior attrice protagonista nel ruolo di Chiara